Progetto Habitat – 02 – da dove nasce? Where does the story begin?

Come è cominciato? Alcuni anni fa. Non riesco a resistere, sono incuriosita dalla attrazione che sprigiona un asino in un negozio. Sono entrata a comprare un regalo per la nipotina di 3 anni. Non resisto allo charme di un okapi. Lo acquisto per me. Me lo tengo in studio, ogni tanto lo metto in tasca quando vado fuori e scatto delle foto, alla maniera di CRM – Collage Ready Made. Un concetto che mi è caro, il principio del collage usato insieme con lo scatto fotografico istantaneo. Rimango colpita dal risultato imprevedibile e meraviglioso che ottengo quando piazzo la figurina davanti a varie scenografie. Nasce una serie dove tengo l’okapi in mano. Mi ricorda una serie di immagini con i “tesori della spiaggia” Strandgut. Objet trouvé.


Le uso per combinare in una foto un pensiero latente. Fotografando lo lego all’ oggetto trovato, spesso tenendolo in mano, davanti ad una scena, uno sfondo – in questo caso il mare – che  lo mette in discussione o lo rafforza. Un cellulare che scatta foto di buona qualità è un attrezzo indispensabile, perché lo porto sempre con me come una penna e racconto anche i contesti.

 

How did it start? Some years ago. I’m captured by the magnetic attraction of a donkey in a store window. Going inside to buy a gift for my niece, a  3 years old,  I cannot resist the charm of an okapi. I purchase it for myself. I keep it in the studio, sometimes I put it in my pocket when I go out and snap pictures in the manner of CRM – Collage Ready Made. A concept that is dear to me, the principle of collage used in conjunction with the instant photo shooting. I am struck by the unexpected and wonderful results I get when I place the figure in front of various backgrounds. A series is born where I keep the okapi in hand. It reminds me of a body of work with the “treasures of the beach” Strandgut. Objet trouvé.

I use them to translate a latent thought into a picture. Photographing I connect the half known thought to the found object, often holding it in my hand, in front of a scenery, a background – in this case the sea – which asks questions or suggests answers. A cell phone that takes good quality photos is an ideal tool, because I can always carry it in my pocket like a pencil. This way I show the context, too.